Caraibi: l'arcipelago delle Grenadine - La valigia dei desideri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Caraibi: l'arcipelago delle Grenadine

Viaggi nozze > Dove andare > USA+CARAIBI

Le Grenadine in catamarano
in collaborazione con JT Yachting

Itinerario tra i più belli del mondo, sia dal punto velistico e del vento, sempre presente, sia come natura e baie incontaminate. Uno dei principali vantaggi delle isole Grenadine è quello di racchiudere un corollario di fantastiche isole, tra cui St. Vincent, le Tobago Cays, Mustique, Union Island, Palm Island e altre. Le Grenadine rappresentano il modello perfetto delle isole tropicali, con spiagge bianchissime, fitti palmeti, barriere coralline con pesci multicolori e acque trasparenti.

Itinerario "Isole Grenadine"
Young Island (St. Vincent)/Bequia (Admiralty Bay)
Si salpa da St. Vincent per approdare a Bequia che ancora conserva le antiche tradizioni come la costruzione artigianale delle barche sulla spiaggia; si possono acquistare ottimi modellini nei negozi di Porth Elisabeth; l'assenza dell'aeroporto internazionale ha preservato questo luogo dall'assalto del turismo di massa e anche i locali e le strutture sono in tipico stile coloniale.

Bequia/Mustique (Britannia Bay)
Mustique è l'isola dei Vip, qui si trovano le ville di personaggi come Paul Newman, Mick Jagger e non è impossibile incontrarli in uno dei tanti  bar sulla spiaggia o per l'aperitivo al Basil's Bar. Nel caso di pernottamento a Mustique suggeriamo l'aperitivo o la cena  sulla terrazza del ristorante sulla collina che sovrasta la baia Firefly.

Mustique/Canouan
Canouan: arida, selvaggia, affascinante; bello l'ormeggio a Rameau Bay, ottimo posto per passeggiate e magnifiche spiagge con vedute meravigliose.

Canouan/Tobago Cays
Tobago Cays è il più spettacolare ancoraggio dell'itinerario e uno dei luoghi più affascinanti del mondo; ottimi i fondali...tutti sognano di visitare questi quattro bassi isolotti circondati da una lunga barriera corallina a forma di ferro di cavallo

Tobago Cays/Mayreau - Salt Whistle Bay
Salt Whistle Bay sulla costa nord occidentale di Mayreau è una tappa obbligatoria; si tratta di una caletta ridossata dove si può fare il bagno in una piscina naturale; molto romantico il ristorante che si affaccia sulla spiaggia.

Salt Whistle Bay/Petit St. Vincent
Passando tra Union Island e Palm Island si arriva a Petit St Vincent. Durante la navigazione  si può ammirare l'atollo di Mopion che ospita un solo ombrellone; a 10 minuti di navigazione si incontra un'altra meravigliosa isoletta di sabbia candida, Pinese.

Petit St. Vincent/Sandy Island (Carriacou)
Splendida isoletta disabitata punteggiata di palme e finissime spiagge di sabbia candida e fine come borotalco.
Per entrare nel territorio di Carracau è necessario pagare una tassa d'ingresso.

Carriacou/Palm Island/Union Island
Palm Island è un vero gioiello: sabbia bianca finissima, atmosfera irreale e romantica...Clifton, il porto di Union Island è invece una vivace cittadina dall'aria cosmopolita e indaffarata pieno di locali, supermercati  e boutique, il luogo ideale per un buon pasto o un drink!

Terminato l'itinerario in catamarano (di solito dura 7 gg) potete decidere di rientrare in Italia o di indugiare ancora un pò su queste isole, magari proseguendo il soggiorno a Barbados, la "porta delle Indie occidentali", caratterizzata da splendide ville in stile coloniale, piantagioni di canna da zuccehro, fiori tropicali ed esotici; le spiagge più famose di origine corallina si trovano sulla Platinum Cost, la costa vip e del jet set; il lato più informale dell'isola è senza dubbio quello meridionale, bordato da un mare di eccezionale trasparenza, con spiagge spettacolari, alberghi raffinati e vivace vita notturna.
A Bridgetown il cuore pulsante è il porto, vivacissimo all'ora dell'aperitivo e ottimo per gustare le prelibatezze locali. Da non perdere l'animata Silver Sand Beach, Long Bay o la Dover Beach...

 
Torna ai contenuti | Torna al menu