Giugno - La valigia dei desideri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giugno

Quando vuoi partire?
Aitutaki (Isole Cook)

L’isola di forma triangolare e protetta dalla laguna è circondata da 21 isolette popolate da uccelli e ideali per lo snorkeling. E’ nota per i luoghi dove si tenevano gli antichi culti religiosi indigeni e per le sue notti danzanti “island nights”.
Per amanti della natura e delle immersioni.

Cefalonia (Grecia)

E’ l’isola più grande dell’arcipelago delle isole Ioniche e si caratterizza per le pittoresche insenature di sabbia dorata, di lucenti sassolini o per le scoscese scogliere lambite da un mare cristallino. Non potete mancare la visita all’ampio golfo di Lividi, riparato dai venti e ai centri di Sami, Assos, Aghia Esimia, Myrtos (set del film “Il mandolino del Capitano Corelli”) e Petanol. Ingente è il patrimonio naturale dell’isola, dove si possono osservare centinaia di fiori selvatici e dove è facile trovarsi a tu per tu con foche o tartarughe marine che proprio in questo periodo depositano le uova lungo le spiagge meridionali dell’isola.
Per romantici e amanti della natura.

Oasi di Vendicari (Sicilia)

L’Oasi di Vendicari, Riserva naturale dal 1984, è caratterizzata da una varietà di bacini salmastri tra i più belli di tutta la Sicilia. Vi si arriva da Noto percorrendo la SS per Pachino; poco prima di Marzamemi, un segnale turistico indica la deviazione a sinistra per Vendicari. Lasciata l’auto in un parcheggio a pagamento si entra a piedi nella Riserva, dove è possibile seguire itinerari a tema per scoprire le tante specie di uccelli che vivono nelle paludi, come aironi, fenicotteri, cigni reali e gabbiani. E per conoscere la sua flora, nella quale si trovano la palma nana, il ginepro, il mirto e l’eucalipto. L’oasi possiede anche un importante patrimonio storico: sul mare, al termine del sentiero che conduce alla spiaggia, è possibile ammirare i resti di una tonnara del ‘700, abbandonata e ora in restauro. A far da sfondo a tutto ciò una spettacolare torre svevo-aragonese, parte di un antico castello attribuito a Pietro d’Aragona. La spiaggia di Vendicari è lunga e sottile, dalla sabbia fine e bagnata da un mare limpido e cristallino. Si può scegliere fra diverse baie ma gli esperti della zona consigliano Cala Mosche, da raggiungere camminando lungo la costa; trattandosi di una spiaggia libera è utile portarsi un ombrellone, acqua e viveri per l’intera giornata perché intorno non vi è altro che natura.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu