Febbraio - La valigia dei desideri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Febbraio

Quando vuoi partire?
Cayo Largo del Sur (Cuba)

MALDIVE

Marco Polo le aveva chiamate “Il fiore delle Indie” e anche se oggi sono passati molti secoli dalla loro scoperta le candide spiagge di sabbia fine corallina e le tranquille e cristalline lagune sono sempre là, immutate nel tempo.  L’arcipelago delle Maldive è formato da 26 atolli corallini, con circa 1200 isole, di cui solo 200 sono abitate. L’offerta turistica qui è piuttosto ampia e potete scegliere la vacanza più adatta alle vostre esigenze: una crociera fra gli atolli a bordo di dhoni e caicchi per raggiungere le isole più remote dell’arcipelago, una vacanza all’insegna delle immersioni, oppure un soggiorno organizzato in tutti i dettagli, in uno dei tanti villaggi proposti dai tour operator italiani per rilassarvi e non pensare a nulla se non al dolce far niente “disturbati” solo dal suono dell’oceano indiano…


Lizard Island (Australia)

DIGUE ISLAND - SEYCHELLES

Il mare qui ha colori mozzafiato e le spiagge sono di una bellezza idilliaca. Ance Source d’Argent, la baia dei sogni, non offre solo un mare incredibilmente limpido, ma anche l’emozione di nuotare tra centinaia di pesci colorati e, a volte, perfino con le tartarughe marine! Al porto di la Passe si può prenotare un posto su una delle barche che fanno rotta verso Coco Island o Felicité Island; fare snorkeling qui è sorprendente: i pesci coloratissimi sono talmente numerosi che non si sa dove dirigere lo sguardo; ci sono razze, aquile di mare, tartarughe e piccoli squaletti. A Coco Island ci si crogiola al sole sulla spiaggia, mentre a Felicité Island, essendo un’isola privata, ci si può sbarcare solo come clienti dell’omonimo ed esclusivo resort.

Per amanti del mare e della natura.


Masaai Mara Park (Kenya)

La riserva naturale del Masaai Mara si sviluppa su una superficie di oltre 1500 km a meno di 200 km a sud dell’equatore; è composta prevalentemente da savane arbustive e arboree che si estendono su vaste pianure e zone collinari intervallate da numerosi corsi d’acqua che sfociano nel lago Vittoria. Il fiume più conosciuto della riserva è il Mara ed è meta delle migrazioni degli erbivori – gnu, zebre e gazzelle – provenienti dal vicino Serengeti nei mesi tra luglio e ottobre, quando l’erba sulle rive è cresciuta: il primo spostamento parte dalle pianure della Loita; il secondo, ovvero la Grande Migrazione, proviene dal sud e vale sicuramente il viaggio per il numero di erbivori e di predatori al seguito. Da non perdere anche la palude di Musiara dove, nei mesi asciutti, si concentra il più alto numero di predatori, specialmente leoni, ghepardi e leopardi.
Per amanti delle forti emozioni.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu